Il fico, un falso frutto dalle 1000 applicazioni

E’ iniziata la stagione di uno dei frutti più golosi e con più combinazioni nel mondo del gelato!

 

Ma perché il fico viene anche denominato il “frutto falso”? Perché è uno dei pochi frutti al mondo che non viene fecondato!!! Ne esistono centinaia di tipi, i primi ad entrare in stagione sono i fichi “fioroni” nel mese di giugno, ma è verso agosto e settembre che troviamo le varietà più gustose ed adatte alla preparazioni di marmellate e da utilizzare nel gelato.

A me piace particolarmente usarlo come variegato, per esempio su un gelato ai formaggi come lo stracchino, la ricotta di bufala o di pecora. Il fico è un frutto che per la sua dolcezza si abbina a piatti salati, molto spesso marmellate o mostarde di fico sono abbinate a formaggi stagionati oppure il frutto si abbina anche a prosciutto. Nel mondo del gelato la combinazione con la frutta secca come possono essere le noci è particolarmente interessante..

Poi adoro caramellarlo o semicandirlo, perché con tutte le fibre che contiene lo trovo particolarmente adatto. Con le giuste proporzioni di zuccheri e la giusta tecnica di lavorazione si possono creare delle salse per variegare i gelati molto sfiziose, le possibilità sono come sempre infinite!

Poi c’è ovviamente il sorbetto di fichi che si abbina molto bene con la cioccolata fondente e altra frutta secca come noci, nocciole e pistacchi. Il fico è molto ricco di pectina (come l’ albicocca o la mela, per esempio) e quindi a volte faccio il sorbetto di fichi anche senza usare stabilizzanti e devo dire che mi piace tantissimo. Ovviamente va usato sempre senza la buccia per un discorso di igiene e di pulizia ma anche per il discorso dello smog e altre sostanze velenose che ci possono essere anche se è biologico.

Last but not least: i fichi secchi! A me piace usare il fico secco come dolcificante in modo da ottenere un ottimo gelato senza zuccheri aggiunti adatto specialmente a diabetici, a chi segue una dieta per la quale non può assumere zuccheri o perché no, a chi piace semplicemente gustarselo così! Vi posso assicurare che il risultato è molto buono e vi consiglio di provare sia il fico secco sia anche il dattero come unico dolcificante in ricetta.

Sto pensando di usare il fico di più anche nel gelato gastronomico, e sicuramente mi ritaglierò un po’ di tempo tra il corso base e il corso avanzato per sbizzarrirmi con nuovi gusti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *